GHIRLANDA LIEVITATA CON MARMELLATA DI LAMPONI

Ma quanto ci è piaciuta in famiglia la ghirlanda lievitata con marmellata di lamponi?!
TROPPO!

Davvero buonissimo questo lievitato dai profumi natalizi – ma adesso vi spiego!
Questa ghirlanda non è altro che un lievitato semplice semplice (son riuscita a farlo io, non so se mi spiego!!) aromatizzato con spezie.
Poi si forma una sorta di rotolo intrecciato, farcito con tanta marmellata di lamponi ed infine decorata con della granella di pistacchio.

Insomma, credetemi se vi dico che è facilissimo da fare, e credetemi anche se vi dico che è buonissimo!

Seguimi anche su INSTAGRAM
Leggi anche:

GHIRLANDA LIEVITATA ALLA MARMELLATA DI LAMPONI
  • DifficoltàMedia
  • CostoEconomico
  • Tempo di preparazione30 Minuti
  • Tempo di riposo2 Ore
  • Tempo di cottura40 Minuti
  • Porzioni14 fette
  • Metodo di cotturaForno
  • StagionalitàTutte le stagioni

INGREDIENTI

Per l’impasto del lievitato

100 g farina Manitoba
275 g farina 00
115 g burro
40 g zucchero di canna
10 g lievito di birra secco
1/2 cucchiaino cannella in polvere
1/4 cucchiaino noce moscata
1 pizzico sale

Per la Farcitura ai Lamponi

200 g marmellata di lamponi

Per la Decorazione

50 g zucchero di canna
30 g acqua
50 g granella di pistacchi

Strumenti

Come preparare la Ghirlanda Lievitata con Marmellata di Lamponi

Come fare l’impasto della ghirlanda lievitata

Fare questa ghirlanda lievitata è molto facile.
Mettete nella ciotola della planetaria, ad uno ad uno, tutti gli ingredienti per l’impasto.
Azionate l’impastatrice e lasciate amalgamare il tutto per circa 10 minuti.

L’impasto dovrà essere liscio, elastico e vedrete anche che tenderà a staccarsi dalla ciotola.

Controllate l’impasto prima di procedere!
Se vi sembra ancora tanto appiccicoso e che non si stacca dalle pareti della ciotola aggiungete un po’ di farina 00.
Se invece vi sembra troppo secco aggiungete qualche goccia di latte.

A questo punto trasferite l’impasto in una ciotola, copritelo con un canovaccio e lasciatelo lievitare per un’ora circa in un luogo riscaldato
Dovrà raddoppiare di volume!

Come farcire la ghirlanda lievitata

Se, come me, avete acquistato una marmellata poco densa, fatela addensare un po’ prima di utilizzarla per farcire il lievitato.
Come?
Vi basterà mettere la marmellata in un pentolino, lasciarlo sobbollire per circa 5 minuti a fuoco basso (occhio a non bruciarla!) finché la parte liquida non sarà evaporata e avrete quindi una marmellata più densa.

Se invece vi sembra di avere una marmellata densa e corposa allora passate direttamente alla farcitura!

Riprendete l’impasto lievitato e mettetelo su un piando di lavoro leggermente infarinato.
Stendetelo fino a formare un rettangolo 25x45cm e stendete la marmellata di lamponi (ormai fredda) su tutto l’impasto – tenetevi ad un centimetro dai bordo.

Arrotolate l’impasto nel senso della lunghezza, ottenendo un lungo rotolo.
Tagliate quindi il rotolo a metà, sempre per il senso della lunghezza.
NOTA BENE: Abbiate cura di non tagliarlo fino in fondo, ma lasciate attaccata l’estremità del rotolo, per circa 5 cm.

A questo punto prendete le due “corde” del rotolo ed intrecciatele, alternandole tra di loro.
Dategli la forma di una ghirlanda, posizionandola su una teglia da forno rivestita di carta forno, e chiudete il rotolo pizzicando le due estremità con le mani.

Coprite la ghirlanda con un canovaccio e lasciatela riposare in un luogo riscaldato per altri 30 minuti.
Infine cuocetela a forno già caldo a 175° per 20 minuti.
La ghirlanda lievitata dovrà dorarsi e, infilzandola con uno stecchino, questo dovrà uscire pulito.

Come decorare la ghirlanda lievitata

Mentre la torta è in forno preparate la glassa allo zucchero.
Mettete l’acqua e lo zucchero semolato in un pentolino e mescolate finché lo zucchero non sarà sciolto, dopidiché spegnete il fuoco.

Quando la torta sarà cotta, ancora calda, spennellate lo sciroppo sulla superficie!
Infine decorate con granella di pistacchio a piacere!

CONSERVAZIONE
Vi consiglio di mangiare la ghirlanda lievitata con marmellata di lamponi il giorno stesso.
In alternativa potete conservarla in un contenitore ermetico o ben chiusa in un sacchetto.

CONSIGLIO
Se scoprite di non avere tempo o avete un imprevisto, una volta arrivati al passaggio dove componete la ghirlanda, potete metterla in frigo anche tutta la notte.
il giorno dopo la riprendete e, prima di infornarla, la fate riposare finché non torna a temperatura ambiente.

Print Friendly, PDF & Email

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.