PANNA COTTA ALLA CAMOMILLA

Io sono una grande amante di tutte le panne cotte.
Diciamo che non mai piaciute molto, poi boh, qualcosa è cambiato e ormai ne faccio di tutti i gusti e di tutti i colori!
Oggi vi presento la delicatissima panna cotta alla camomilla.

Anni fa ero andata allo show cooking del pasticciere Diego Crosara; lui aveva preparato un pan di spagna alla camomilla e sopra ci aveva messo una sorta di cremoso alla camomilla.
E quando nel pacco di Degustabox ho trovato la camomilla solubile di Ricola sono tornata subito con la mente a quel dolce.

Io ho utilizzato la camomilla solubile Ricola (buonissima tra l’altro) e la dose che trovate in ricetta per me è perfetta per ottenere una panna cotta dal delicato gusto di camomilla.
Se per voi invece è troppo leggero potete decidere di aumentarne le dosi (magari mettendo meno zucchero!) – insomma, a voi la decisione, ma provatela, è deliziosa!

Leggi anche: CHIFFON CAKE CON CREMA AL PISTACCHIO E CIOCCOLATO
Seguimi anche su INSTAGRAM

PANNA COTTA ALLA CAMOMILLA
  • DifficoltàMolto facile
  • CostoMolto economico
  • Tempo di preparazione15 Minuti
  • Tempo di riposo2 Ore

INGREDIENTI (per uno stampo da 500ml)

Per la Panna Cotta

  • 300 mllatte
  • 200 mlpanna fresca da montare
  • 9 cucchiainicamomilla solubile
  • 30 gzucchero semolato
  • 10 ggelatina in fogli

Per la Decorazione

  • 8lamponi
  • q.b.granella di pistacchi
  • q.b.fiori di camomilla
  • q.b.topping al caramello

Ecco come preparare la panna cotta alla camomilla

  1. Iniziate mettendo i fogli di gelatina in abbondante acqua fredda – seguite le indicazioni della confezione per le tempistiche.

    In un pentolino mettete il latte e la panna fresca da montare, scaldate il tutto senza raggiungere il bollore.
    Una volta che il composto sarà caldo sciogliete al suo interno la camomilla solubile e lo zucchero semolato.

    Nota bene: la camomilla solubile spesso è già zuccherata di suo, quindi assaggiate prima di aggiungere lo zucchero.
    Se per voi è sufficientemente dolce così, omettetelo.
    Inoltre potete anche decidere di aumentare la camomilla, per me questo quantitativo è sufficiente per un gusto presente ma delicato – se lo preferite più intenso aumentate la dose
    .

    Infine sciogliete al suo interno anche i fogli di gelatina.
    trasferite il composto in uno stampo da 500ml oppure in stampini più piccoli.
    (Lo stampo che vedete in foto è da 1 litro – io ho infatti raddoppiato le dosi).

    Trasferite la panna cotta in frigorifero finché non si sarà raffreddata.
    Io preferisco sempre metterla in congelatore per un paio d’ore, sformarla e poi lasciarla rapprendere in frigorifero.

    Prima di servire decoratela con topping al caramello, lamponi freschi, granella di pistacchio e fiori di camomilla.

CONSERVAZIONE

Conservate la panna cotta alla camomilla in frigorifero per 2-3 giorni.

CONSIGLIO

Se avete i fiori di camomilla essiccati potete utilizzare quelli per aromatizzare la panna cotta – al posto della camomilla -lasciandoli in infusione nel latte.

Print Friendly, PDF & Email

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.